PRENOTA UNA VISITA

Compila il seguente modulo, il nostro team ti mostrerà gli uffici all’orario più comodo per te.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e dichiaro di aver letto la Privacy Policy

Rientro dalle ferie: come gestirlo!

Rientro dalle ferie: come gestirlo!

“La festa appena cominciata è già finita…” cantava Sergio Endrigo.
E’ così anche per le tanto attese vacanze estive. Al rientro:mail, telefonate, appuntamenti, finiscono per generare ansia e tensione, timore di non riuscire a fronteggiate tutti gli impegni: la cosiddetta “Sindrome da rientro”

.

Quali sono i sintomi?

Tra i sintomi più frequenti abbiamo: calo dell’attenzione, mal di testa, scarsa energia, diffuso senso di malessere, disturbi digestivi, dolori muscolari, insonnia e sbalzi d’umore, sintomi che talvolta si presentano anche durante gli ultimi giorni di vacanza.

 

Come gestirla?

E’ una buona regola cominciare e prepararsi in modo progressivo al cambiamento, quindi sul finire delle vacanze è opportuno cominciare a recuperare le consuete abitudini, evitando ad esempio di andare a dormire all’ alba.

Una volta rientrati è fondamentale riprendere tutte le consuete attività con gradualità: porsi piccoli obiettivi, non farsi prendere la mano dalla mole di lavoro e concedersi le necessarie ore di riposo.

 

E’ importante, inoltre, curare l’alimentazione che deve essere il più possibile corretta e bilanciata.
Molti rimpiangono l’aria aperta che caratterizza i giorni di vacanza, il sole, le nuotate, le passeggiate…proprio per questo, è importante ritagliarsi degli spazi per fare sport, concedendosi anche una semplice ma benefica passeggiata durante la pausa pranzo!

E’ importante, inoltre, non abbandonare del tutto gli hobby coltivati durante le vacanze e concentrarsi su pensieri positivi, con degli obiettivi precisi, allo scopo di ottimizzare il proprio tempo e le proprie energie.

Evitare di tappezzare ogni vostro oggetto, con le foto della vacanza, perché va ad aumentare la già naturale malinconia, cercando però, al tempo stesso, di mantenere i contatti con le persone conosciute in vacanza, perché porteranno buonumore e una costante sensazione di clima vacanziero.

 

Inoltre, programmare il prossimo viaggio, da quella carica per andare avanti e sentirsi risollevati nell’ umore. A lavoro, bisogna evitare di caricarsi di mille progetti, fissandosi degli obiettivi giornalieri, settimanali e mensili e organizzando il lavoro di conseguenza, evitando di pretendere troppo da noi stessi e dai nostri colleghi, cercando di misurare e dosare forze, concentrazione ed energia.



PRENOTA UNA VISITA

Compila il seguente modulo, il nostro team ti mostrerà gli uffici all’orario più comodo per te.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e dichiaro di aver letto la Privacy Policy